a chi somiglierà mio figlio

A chi somiglierà mio figlio?

Disclaimer

Sebbene in rete si trovino molti articoli al riguardo della “predizione” o “calcolo” dei caratteri (altezza, peso, volto, personalità ecc.) trasmesse dai genitori ai figli, DNA Express ne prende totalmente le distanze e avvisa il lettore che tali articoli non hanno solide basi scientifiche ma sono per la maggior parte frutto di statistiche.

A parte il colore degli occhi, che può essere predetto con una buona precisione in base allo studio del proprio albero genealogico, sono veramente pochi i caratteri di cui è stata verificata scientificamente una trasmissione paterna o materna al nascituro.

Nel presente articolo andremo ad analizzare solo quei caratteri che hanno un minimo di fondamento scientifico, specificando che sono comunque studi pionieristici nel loro genere e tutti da confermare.

Colore degli occhi

Per quanto riguarda la determinazione del colore degli occhi dei figli consigliamo direttamente la lettura del nostro articolo in cui ne parliamo in maniera approfondita.

Sesso del bambino

Non tutti sanno che il sesso del bambino è determinato dal padre. Infatti i cromosomi sessuali per un uomo sono XY mentre in una donna sono XX, a sua volta la cellula uovo nella donna conterrà sempre un cromosoma X dopo la meiosi mentre lo spermatozoo potrà contenere o un cromosoma X o un cromosoma Y dopo la divisione meiotica e quindi in base a quale spermatozoo arriverà per primo a fecondare la cellula uovo si determinerà il sesso del bambino.

Il sesso può essere determinato tramite un semplice prelievo di sangue già a partire dalla 9^ settimana di gravidanza, quindi molto prima dell’ecografia di fine secondo trimestre.

Malattie genetiche ereditarie

“Il mio bambino sarà in salute?” Senza alcun ombra di dubbio questa è la domanda che ogni futuro genitore si pone in quei interminabili nove mesi di gravidanza.

La scienza in questo campo ha fatto dei passi da gigante negli ultimi venti anni. Oltre ad una consulenza genetica pre-parto in cui si possono analizzare i DNA di padre e madre alla ricerca di predisposizioni a moltissime malattie genetiche è anche possibile analizzare il DNA del nascituro già a partire dalla 10^ settimana di gravidanza. Con un semplice prelievo di sangue, completamente non invasivo e rischio zero di aborto spontaneo (diversamente da amniocentesi e villocentesi), sarà possibile determinare con certezza maggiore del 99,99% se il bambino è affetto dalle 3 malattie genetiche più comuni dovute a trisomia (sindrome di Down, Edwards e Patau) e con un’elevata attendibilità ad oltre 50 malattie genetiche rare.

Per alcune malattie genetiche a carattere ereditario esistono dei test del DNA di predisposizione genetica che servono ad avere un quadro completo delle probabilità di svilupparle. Questo test viene eseguito tramite saliva e fornisce le percentuali di rischio per oltre 30 malattie genetiche come tumori, patologie cardiache, disturbi nutrizionali, calvizie, celiachia, sclerosi multipla, Alzheimer. Sapendo di essere geneticamente predisposti potrete intervenire per tempo per arginare la comparsa di una patologia o nel migliore dei casi iniziare una terapia preventiva.

Puoi acquistarlo su questo sito al costo di 350€, spese di spedizione kit, ritiro campioni ed analisi del DNA tutto compreso, visitando la pagina del test cliccando qui.

Fantascienza

Altezza, peso, capelli e personalità sono caratteristiche che non possono (ancora) essere predette analizzando il DNA o comunque non hanno una precisione tale da poter essere considerati come scientificamente validi.

Diffidate da siti internet, soprattutto quelli NON scientifici, che con fantasiosi algoritmi o peggio, credenze popolari si professano di accertare questo o quell’altro carattere del nascituro, sono fesserie.