come passare esame del capello

7+1 modi per passare l’esame del capello

Partiamo subito dal metodo bonus, che poi in realtà è l’unico metodo per passare l’esame del capello.

Fare un esame di controllo, interpretare il risultato e se si risulta positivi calcolare quanto tempo occorre di astensione TOTALE dalla sostanza in base alla concentrazione venuta fuori nell’esame di controllo.

Il presente articolo raccoglie tutte le leggende metropolitane che circolano su internet riguardo l’eludere la prova del capello e serve per informare ed educare l’utente su tutte le falsità che circolano in rete.

DNA Express è leader nel settore dei test del capello in Italia con i suoi laboratori partner che sono dotati delle ultime tecnologie in merito a questo tipo di analisi e per tale motivo non risentono di questi sotterfugi che chiunque può trovare in rete e per i quali ci discostiamo ed avvisiamo di NON ripetere perché inutili, nel migliore dei casi si potrebbe solo accelerare il processo di calvizie.

Ripetiamo, TUTTI i seguenti metodi NON SERVONO A NULLA per eludere il test del capello e questo succede non solo nelle nostre strutture ma anche in tutte quelle accreditate attualmente in Italia, diffidate dai santoni dei forum o fake news, ascoltate chi lavora in questo ambito da anni.

Decolorazione con mix fatto in casa di bicarbonato

Ingredienti:

  • Bicarbonato di Sodio.
  • Topexan o altro prodotto che contenga acido salicilico.
  • Candeggina inodore.

Mescolare 3 cucchiai di bicarbonato di sodio con 250 ml d’acqua utilizzando una bacinella. 

Applicare il composto sui capelli massaggiando ovunque e lasciare agire per 10 minuti. Il bicarbonato di sodio, grazie al suo pH elevato, è un composto che riesce ad aprire la cuticola permettendoci di arrivare alla zona interessata.

Passati 10 minuti applicare il topexan massaggiare bene tutta la testa e lasciar riposare per altri 10 minuti. Il topexan grazie all’acido salicilico riesce a bruciare i metaboliti all’interno del capello anche se in basse quantità.

Successivamente applicare la candeggina sui capelli e strofinare bene, soprattutto nella parte superiore alla nuca dove avverrà il prelievo dei capelli. La candeggina una volta che penetra la corteccia brucerà i metaboliti all’istante.

Dopo aver applicato la candeggina bene ovunque occorre mettere una cuffia per la doccia e tenere il tutto per 15 minuti.

Questo procedimento va ripetuto 2 volte al giorno per 3 giorni, i capelli finito il trattamento saranno molto danneggiati ma per ovviare a questo problema dovrete fare almeno 5 balsami al giorno che daranno forza e faranno tornare lisci i capelli.

Il parrucchiere specializzato in decolorazioni

Chi dopo aver visto ritirata la sua patente non ha preso subito contatto con questo tipo di parrucchieri laureati in decolorazione?

Bene, tali professionisti del settore, che lavorano nell’ombra, perché ovviamente è illegale professarsi tali, sono solo dei cialtroni e le loro tecniche sono quelle presenti in questo articolo.

I loro successi sono dovuti al puro caso ma nonostante siano più gli insuccessi che i vincitori l’uomo in piena crisi emotiva vede solo quello che vuole vedere e si affida ai consigli di questi loschi figuri, pagando centinaia di euro per decine di sedute.

Occorre chiarire che il metabolismo di QUALSIASI sostanza è puramente SOGGETTIVO quindi esistono persone che assumono alcol (ma puoi sostituire questa sostanza anche con marijuana, cocaina e tutte le droghe del mondo) giornalmente, fanno l’esame e lo passano mentre senti altre che bevono una birra al mese fanno l’esame e sono positivi…perché? PURTROPPO È UNA QUESTIONE DI METABOLISMO.

Riguardo al caso specifico dell’esame del capello in commissione, qui intercorrono anche altri fattori come per esempio il fatto che la commissione deve GIUDICARE LA GRAVITÀ DEL RISULTATO, quindi tradotto magari a Roma un valore è da messa al rogo mentre a Bologna la situazione è più soft, detto questo è del tutto normale che ci sono persone che potrebbero non riprendere la patente con un valore di cut-off inferiore ed alcune che lo riprendono anche se superano il cut-off, in quanto la commissione valuta UN’INSIEME DI FATTORI in cui il test del capello è si la ciliegina sulla torta ma non tutta la portata principale.

Decolorazione tramite aceto

Detox per capelli con aceto e acido salicilico: una rivisitazione.

Ingredienti:

  • Aceto di mele (non balsamico)
  • Trattamento antiacne a base di acido salicilico (2%)
  • Detergente liquido per piatti
  • Detersivo in polvere per bucato
  • Kit di tintura per capelli (con balsamo incluso)

Istruzioni:

  • Massaggio con aceto: distribuisci l’aceto sui capelli umidi, massaggiando accuratamente per 10 minuti. Lascia agire per 15-20 minuti senza risciacquare.
  • Applicazione dell’acido salicilico: applica il trattamento antiacne sui capelli, concentrandoti sulla parte posteriore della testa. Lascia agire per 30 minuti insieme all’aceto.
  • Detersione profonda: aggiungi un tappo di detergente liquido ai capelli, massaggiando delicatamente. Non risciacquare. Crea un impasto con un misurino di detersivo in polvere e acqua, applicalo sui capelli e lascia agire per 20-30 minuti.
  • Risciacquo: risciacquare accuratamente i capelli con acqua tiepida, evitando shampoo e balsamo.
  • Tintura: segui le istruzioni del kit di tintura per capelli, applicandolo su tutta la chioma. Risciacqua accuratamente e applica il balsamo incluso nel kit.

I prodotti su Amazon

Su Amazon vendono decine di prodotti che si professano eliminare qualsiasi traccia di sostanza senza essere invasivi come la decolorazione, qui riportiamo le istruzioni del più recensito su Amazon

Raccomandazioni generali:

  • Usa solo prodotti nuovi e non contaminati: per evitare la contaminazione incrociata, utilizza asciugamani, pettini e altri strumenti completamente nuovi per ogni applicazione. Se possibile, evita l’uso del phon.
  • Proteggi le superfici: copri il poggiatesta dell’auto con cellophane per evitare il trasferimento di tracce di sostanze. Evita di indossare felpe con cappuccio o cuffie fino al termine del test.
  • Tempistica: esegui il trattamento immediatamente prima del test del capello, in quanto la sua efficacia dura circa 24 ore. Prendi in considerazione almeno un’ora per completare l’intero processo.

Procedura dettagliata:

  • Segui attentamente le istruzioni: rispetta i tempi di posa indicati per ogni passaggio e fai molta attenzione a non toccare i capelli con oggetti potenzialmente contaminati.
  • Frequenza del trattamento: per un uso occasionale di cannabis, è consigliabile eseguire il trattamento due volte prima del test. Per un uso più frequente o di altre sostanze, potrebbe essere necessario eseguire due decolorazioni da 50 minuti con ossigeno a 40 volumi nel corso della settimana precedente al test.
  • Decolorazione e ricolorazione: se hai decolorato i capelli, è consigliabile ricolorarli del loro colore naturale prima del test. Usa una tinta o un balsamo colorante senza ammoniaca per evitare irritazioni alla cute.
  • Ripetizione del trattamento: esegui il trattamento di base due volte dopo la decolorazione e ricolorazione.

Decolorazione con prodotti che ossigenano il capello

Nei negozi di articoli per parrucchieri vendono prodotti per ossigenare i capelli contenenti una polverina blu da mischiare con una crema ossigenata 30 volumi.

Creato questo mix occorre applicare il composto ai capelli tenendola almeno 1 ora con una cuffia da piscina.

Infine, applicare la tinta almeno un’ora per ridare colore ai vostri capelli, se avete dolore alla cute la tinta può essere fatta anche il giorno dopo. Inoltre, attenzione a non tingere la fronte o dietro le orecchie perché le macchie impiegano almeno un paio di giorni ad andare via se non si hanno i solventi giusti per levarle.

Secondo alcuni soltanto l’ossigenatura riduce i metaboliti dal 40 al 60% e un’altro 10-20% lo riduce la tintura.

Questo procedimento di ossigenatura/ritintura lo dovrete fare una volta a settimana nelle 3 settimane prima l’esame del capello. 

Ammiocuggino

La figura mitologica per eccellenza e quella più pericolosa: il parente/amico/fratello/conoscente che sa come passare l’esame perché c’è riuscito, lui, solo lui però.

E come sappiamo bene niente convince l’uomo moderno più del passaparola e quando a farlo è “ammiocuggino” non c’è scienza che tenga, vai e fai tutto quello che ti dice.

Peccato poi svegliarsi dal sonno, senza patente, senza soldi e con l’ammiocuggino che non risponde più alle chiamate dalla vergogna.

Detto questo, capiamo la frustrazione di chi non riesce a recuperare la patente per molto tempo nonostante gli sforzi e l’urgenza che ne deriva per motivi di lavoro o famigliari, ma purtroppo la cruda realtà è che bisogna fare le cose per bene ed affidarsi a dei professionisti.

Ripetiamo l’unico modo per passare l’esame del capello è: fare un esame di controllo, interpretare il risultato e se si risulta positivi calcolare quanto tempo occorre di astensione TOTALE dalla sostanza in base alla concentrazione venuta fuori nell’esame di controllo.

Per maggiori info sui nostri servizi clicca qui.